domenica 31 luglio 2011

Giorno 3 - La Chambre de la Reine Marie Antoinette

Terminata la lunga Galerie des Glaces si giunge nel Salone dalla Pace, una sala ad angolo che fa da pendant al salone della Guerra, situato sul lato opposto della Galerie.

Foto proveniente dal sito 
Foto proveniente dal sito


La sala successiva è a mio avviso la più bella e la più femminile di tutta la Reggia: è la Chambre de la Reine, la Camera della Regina.

E' sempre un'emozione fortissima entrare in questa stanza e immaginare la Regina mentre riceve le dame durante la cerimonia del Lever , mentre fa la sua Toletta  o mentre, ancora distesa sul grande letto, fa colazione con una fumante tazza di cioccolata calda, scegliendo gli abiti che indosserà durante la giornata.

Me la immagino al buio, ancora ragazzina mentre dorme di fianco ad un marito ancora troppo giovane e inesperto per amarla oppure sofferente ed in totale imbarazzo mentre da alla luce la sua primogenita davanti ad una folla di 200 persone.

Mi immagino questa stanza piena di stoffe, bauli e vasi di fiori. Nell'aria il forte odore delle ciprie, delle pomate per capelli, di dolci profumi alle essenze di fiori e il fumo delle candele e del camino.
Lo scompiglio e il chiasso dei suoi adorati cani che la seguono ovunque. Il viavai continuo di valletti, cameriere, femmes de chambre...


Maria Antonietta che suona l'arpa alla corte di Francia. Jean-Baptiste Gautier Dagoty 1777

No.. il letto, la balaustra, le tappezzerie non sono quelle originali..ma cosa importa? Se è per quello neanche il camino è lo stesso che originariamente si trovava qui...Dopo la Rivoluzione hanno preso e staccato via tutto quello che si poteva, camino compreso. Se mi affaccio da queste finestre però, non vedo forse lo stesso identico panorama che avrebbe visto Lei? Il soffitto non è forse lo stesso che fissava quando era distesa sul suo letto? I ritratti di sua madre, di suo fratello Giuseppe II e quello di suo marito, anche se sono stati spostati, non sono comunque gli stessi che la fissavano da quelle stesse mura?

E allora, anche se di immutato forse ci sono solo le pareti e i pavimenti (?) per me è lo stesso: sono finalmente nella Sua stanza e soprattutto per qualche minuto ci siamo solo noi...





























Ecco che arrivano altri visitatori..ma certo non possiamo lamentarci: abbiamo avuto per ben 10 minuti la Camera della Regina tutta per noi..ce ne andiamo emozionate e felici.

Abbiamo ancora molte stanze da vedere alla reggia e poi via: oggi pomeriggio ci aspetta una visita molto speciale.
Oggi finalmente, visiteremo Il Petit Trianon, i suoi Attici e avremo la straordinaria possibilità di entrare nel piccolo Teatro della Regina.

PS: Dove non diversamente indicato, le foto sono state scattate o dalla sottoscritta o da Chiara Zamboni.


Continua...

10 commenti:

  1. Entrando nella Chambre de la Reine mi è venuto in mente il quadro di Gautier-Dagoty dove lei suona l'arpa attorniata dalla corte.

    RispondiElimina
  2. Vero..bellissimo!Peccato sia così poco dettagliato: non si capisce molto dell'arredamento della stanza, anche se ovviamente è una grandissima testimonianza!

    RispondiElimina
  3. Anzi Mady visto che lo hai citato lo inserisco nel Post ^_^

    Grazie dell'idea.

    RispondiElimina
  4. Vedere la camera della regina è sempre emozionante, purtroppo quando sono entrata io sono stata talmente poco che tuttti questi dettagli li ho visti appena, menomale che "hai fatto la cinese" e hai documentato tutto!!!Grazie per queste bellissime immagini!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie mille! Mi fa piacere aver contribuito a rinfrescare il tuo ricordo. Grazie ^_^

    RispondiElimina
  6. Ci credete che quando sono entrata qui avevo la lacrimuccia? Non ci voleva credere nemmeno il mio compagno...
    Alice ma sbaglio o la famosa porta da dove lei fuggì era aperta questa volta?
    Che emozione, quando andai io era chiusa :(
    Grazie per le magnifiche foto!!!

    RispondiElimina
  7. Anna: certo che ci crediamo..non sei l'unica che ha ceduto all'emozione ;-) Si esatto, quella di sinistra aperta è la porta da cui la Regina scappò la notte tra il 5/6 ottobre, mentre quella di destra che era chiusa, da quasi direttamente sul Cabinét de La Meridienne (il salottino turchese, famoso grazie anche per il film di Sofia Coppola).
    Grazie a te!

    RispondiElimina
  8. E' incredibile....proviamo tutte le stesse emozioni!!
    Alice abbiamo fotografato gli stessi particolari della stanza...oltre che fotografare le solite cose mi sono soffermata sui dettagli perché sono quelli che solitamente si guardano di sfuggita o non guardano proprio!!! Ogni angolo è un tuffo al cuore!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luna Storta e benvenuta! Eh si la Chambre de la Reine è uno dei luoghi più magici al mondo per me..quindi ti capisco al 100%.
      Grazie del commento un bacione

      Alice

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...