mercoledì 10 agosto 2011

Giorno 3 - Le Théâtre de la Reine al Petit Trianon

Terminata la visita guidata degli Attici la guida ci ha condotti attraverso i giardini alla francese fino all'ingresso del Petit Théâtre de la Reine. Situato a pochi metri dal castello e completamente nascosto da un'architettura esterna estremamente sobria, questo piccolo gioiellino rococò fu realizzato dall'architetto preferito della Regina Richard Mique nel 1780.


All'epoca il teatro e l'opera erano uno dei passatempi più in voga e spesso si allestivano dei veri e propri spettacoli anche nei salotti delle nobili dimore di campagna. Se l'Opera Royale di Versailles era un teatro di corte, quello del Petit Trianon era un teatro di società. La Regina amava moltissimo questo passatempo così in voga alla corte da Vienna. Proprio alla corte austriaca infatti, Maria Teresa aveva l'abitudine di far allestire ai suoi numerosi figli dei piccoli spettacoli domestici e Maria Antonietta decise così di continuare questa tradizione anche al Petit Trianon.






In questo piccolissimo teatro bomboniera, dalla capienza massima di 100 persone e decorato solo da legno dorato e cartapesta, venivano messi in scena degli spettacoli  teatrali dove a recitare erano la Regina, il conte d'Artois e alcuni altri membri della sua minuscola e vanitosa cricca. Tra il pubblico, accanto ad un divertito Luigi XVI, sedevano gli amici più intimi della sovrana e il personale di servizio del Trianon. L'esclusività di questi spettacoli contribuì non poco a far nascere gelosie e malcontenti tra tutti coloro che ne erano esclusi.


Solitamente il Teatro, date le minuscole dimensione e la delicatezza dei decori, si può ammirare solo dall'uscio, l'unico modo per accedere all'interno è quello di prenotare la visita degli Attici.


E'stata una vera emozione poter sedere tra quelle panche e immaginare per qualche minuto la Regina mentre si esibiva su quel palcoscenico...






Il castello e il Teatro sono collegati da un passaggio ricoperto di vegetazione che dava alle dame la possibilità di ripararsi dal sole e da occhi indiscreti..






L'ingresso  e l'esterno del teatro sono di una estrema semplicità.



Foto proveniente da Wikicommons


mentre l'interno lascia davvero sbalorditi
























Ovviamente e come sempre..sono stata l'ultima ad uscire...^_^



Continua...





6 commenti:

  1. una piccola perla. Ma scusa l'ignoranza, è tutto ricostruito come la chambre della Reine o conserva qualcosa dell'epoca?

    RispondiElimina
  2. La guida diceva che i decori, essendo di poco valore, sono stati risparmiati e sono rimasti al al loro posto. La tappezzeria è stata rifatta ma la scena e i vari meccanismi sono originali e credo lo sia anche il sipario viste le pessime condizioni in cui versava..comunque è davvero un gioiellino. Grazie mille Mady.

    RispondiElimina
  3. E' inutile dirlo io sono innamorata di questo teatro e non ti dico la prima volta trovarlo!!!!Sono rimasta senza fiato a vederlo da quel piccolo scorcio,immagino entrarci dentro....Io sarei quasi svenuta!!!!^_^

    RispondiElimina
  4. In effetti è stata una grande emozione...forse il momento più emozionante di tutta la visita...La prima volta anch'io l'ho scovato quasi per caso nascosto com'è tra le piante :-)) Lo trovo di una rara bellezza. Grazie mille Ragazzakattiva.

    RispondiElimina
  5. Che emozione Alice e che interni. Hai proprio ragione, da fuori sembra un edificio qualunque, ma all'interno ragazza mia vale veramente il biglietto... Un giorno tornerò! Promesso!!!
    Come al solito grazie delle splendide foto, adesso vado ad asciugare la bava dallo schermo...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...