domenica 22 aprile 2012

Petit Trianon..quando i sogni diventano realtà. Parte I

Finalmente, dopo settimane di attesa, dopo avervi incuriositi e stressati con questa grande sorpresa, finalmente ci siamo. Col post di oggi, il primo di 3, vi racconterò nei dettagli la realizzazione di un vero e proprio sogno.

Vi ricordate di Jessica, la  mia amica capace di creare quegli splendidi abiti d'epoca e capace di farlo sembrare  la cosa più semplice del mondo? Beh proprio lei un bel giorno di marzo mi scrisse un messaggio molto semplice ma allo stesso tempo incredibile:
"Cercano comparse per un film in costume su Maria Antonietta, un film ambientato nel 1780 e quindi cercano persone che abbiano degli abiti d'epoca di questo periodo, come il tuo. Ah le scene saranno girate alla Reggia di Versailles, in particolare al Petit Trianon e all'Hameau! Che ne dite??"

Secondo voi che cosa le avrò mai risposto?? Il tempo di organizzare i dettagli del volo, l'hotel e soprattutto dopo l'ok del costumista del film (film di cui, per motivi contrattuali, non posso dire granché se non che si tratta di una produzione francese e che difficilmente uscirà nelle sale italiane :-(..)
siamo arrivate alla vigilia della partenza:

Io e le altre 5 compagne di questa incredibile avventura, Anna, Antonella, Barbara, Jessica e Monica,  non avevamo realizzato al 100% l'incredibile opportunità che ci era stata concessa...

Dovete sapere che da quando è nata questa mia grande passione per Maria Antonietta e dopo le prime visite alla Reggia di Versailles, avevo un sogno nel cassetto, uno di quei sogni (quasi) irrealizzabili. Se mi avessero chiesto quale fosse stato io avrei risposto:

 "Il mio sogno non è quello di andare sulla luna o diventare milionaria, vorrei solamente avere l'opportunità di andare a Versailles e gironzolare liberamente nel giorno di chiusura della reggia..senza turisti, senza limiti di tempo ne di movimento, vorrei poter apprezzare questo luogo magico in solitudine e calma"

Quando ho scoperto che il film si sarebbe girato di lunedì, giorno di chiusura della reggia, quasi non ci credevo..ma ero comunque certa che non avrei potuto gironzolare liberamente..in fondo eravamo li per un motivo preciso mica per scorrazzare in libertà!

Ma torniamo a noi: superate le mille difficoltà pre-partenza, conciliati i vari orari di lavoro, incastrati perfettamente gli orari dei voli, trovato l'hotel vicino alla reggia, alla fine partiamo. Fare la valigia era già stata di per se un'impresa e poi dove mettere qui grandi cappelli piumati? Ma in mano o in testa no?!





Arrivate all'aeroporto eravamo già super emozionate, sapevamo che quel viaggio di appena 36 ore sarebbe stato un tour de force. Siamo partite da Bologna domenica sera, lunedì avremmo girato a Versailles dalle 7.30 di mattina fino alle 18.30 della sera, con temperature glaciali e tempo instabile e il martedì mattina ci attendeva il volo di ritorno..ah io alle 15 dovevo essere in ufficio a lavorare! Una vera e propria follia...

Arrivate a Versailles a causa dell'emozione dormiamo pochissimo e passiamo la serata a preparare gli abiti, le parrucche, i gioielli e gli accessori per l'indomani mattina. Io avevo deciso di usare i miei capelli per cui fino alle 2 di notte sono rimasta in piedi a farmi dei boccoli con il ferro che la bravissima Jessica avrebbe sapientemente acconciato l'indomani mattina.

Il gran giorno abbiamo puntato la sveglia alle 5.45: alle 7.15 un taxi ci attendeva fuori dall'albergo..non vi dico le facce delle receptionist e dei tassisti quando ci hanno viste scendere nella hall e fare colazione in abiti d'epoca...




Saliamo su due eleganti taxi (eravamo in 6) e diciamo all'autista: " Au Boulevard de la Reine s.v.p. Chateau du Petit Trianon"....

Quando arriviamo troviamo la produzione già in piena attività; sbrighiamo le formalità contrattuali e le truccatrici aggiustano un pochino il nostro make-up ma noi non abbiamo occhi che per la location dove ci troviamo...eravamo al Petit Trianon!





Nonostante i nostri abitini leggeri e le temperature vicine allo zero non sentivamo neanche il freddo..eravamo in un sogno...






Monica nel suo elegantissimo abito color ocra.
Al trucco..







Ed eccomi nei pressa della Quercia della Regina, uno degli ultimi arbusti risalenti ai tempi di Maria Antonietta e purtroppo andato perduto durante la tempesta del 1999.

Antonella nei pressi della Quercia








Ero in un sogno ma anche in questo magico momento ho pensato a tutti voi...ecco un piccolo cadeau direttamente dal Petit Trianon ;-))) (lo strano movimento labiale era dovuto al freddo :-DD)


Finite le riprese in questa parte del castello ci avviamo verso la location che tutte aspettavamo con maggiore trepidazione.. L'Hameau de la Reine!!


Continua...(non mi odiate prometto che domani posterò il seguito...)
Parte II

Foto: le foto di questo post e dei prossimi 2 sono state scattate dalla sottoscritta,Alice Mortali, da Jessica Dalli Cardillo,  Monica Merloni, Barbara Pagni, Anna ed Antonella Arivella..tutti i diritti riservati.

26 commenti:

  1. Ma che spettacolo!!! Questo sì che è un sogno che diventa realtà! Far parte di un film in costume girato proprio nei luoghi di Maria Antonietta, così da godere al meglio il posto in tutta tranquillità! Immagino sia stata un'esperienza fenomenale! Complimenti! Non vedo l'ora di leggere il seguito del reportage!

    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia Grazie! In effetti è stata un'esperienza davvero unica e quasi surreale..ma sai che ancora non mi sembra vero che sia successo??! Vedrai quante belle sorprese per il seguito del racconto^_^ Grazie ancora e un bacione a te.

      Alice

      Elimina
  2. ke sognooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo
    :-)

    RispondiElimina
  3. ^_^ "sogno" credo sia la parola più appropriata.
    Grazie mille Alessia!!
    Un bacione

    Alice

    RispondiElimina
  4. Sto saltellando, sto urlando di felicità per te Alice, che sogno meraviglioso!!!
    Ve l'ho già scritto più volte su FB, ma ragazze siete tutte meravigliose e ovviamente la location è uno spettacolo per gli occhi.
    Siete dei miti e grazie di cuore a te Alice, per averci reso partecipi di questa tua avventura/sogno che si realizza!

    Non vedo l'ora di leggere il seguito mia cara...
    Per ora un grosso bacio e un abbraccio!

    PS: bello il videoooo!!!! hahahahah ^_^

    RispondiElimina
  5. Anna carissima! Sei sempre un tesoro ed è una gioia poter condividere questa esperienza con delle persone speciali. Grazie di cuore! Sono contentissima che il reportage ti sia piaciuto (vedrai il seguito;-) e soprattutto la terza ed emozionantissima parte..quella in cui sono davvero riuscita a realizzare il mio sogno...
    Grazie mille Anna. Un abbraccio!!

    Alice

    RispondiElimina
  6. Alice che opportunità meravigliosa!!! Già stare alla reggia senza l'orda di turisti dev'essere speciale....ma in più essere tutti in abito d'epoca!!! Penso che un'esperienza così faccia quasi perdere il senso della realtà, vi sarà sembrato di essere davvero nel XVIII secolo!!! Non vedo l'ora di leggere il seguito, e ti faccio ancora i miei complimenti per l'evento di ieri, mi è piaciuto moltissimo e mi spiace non essere rimasta fino alla fine (ma purtroppo c'era anche uno sciopero dei treni). Un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  7. Mary aspettavo di aggiornare il post sulla presentazione per ringraziarti come si deve! Sapere che eravate venute da cosi lontano solo per la presentazione mi ha davvero commossa! Continuavo a raccontarlo a tutti! :-D

    Mi ha fatto davvero tanto tanto piacere conoscere te e la tua amica. Peccato l'evento non sia stato dei più riusciti in quanto a numero di partecipanti ma ne è comunque valsa la pena e spero vi siate divertite!
    Grazie di cuore Mary e ancora piacere di averti conosciuta!!
    A presto col sequel dell'avventura surreale al Petit Trianon..

    Alice

    RispondiElimina
  8. Il tuo racconto mi ha emozionata davvero tanto, non vedo l'ora di leggere il resto. Intanto continuo a rosicare d'invidia XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mady grazie mille! Credimi che se fosse stato possibile avremmo invitato tutti gli amici del forum altroché ;-)
      Un bacione cara

      Alice

      Elimina
  9. Che soddisfazione deve essere stata! Congratulazioni!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siboney grazie mille! Anche se ad essere sincera il fatto del film era un "di più"..ripeto per me il sogno era entrare alla reggia nel giorno di chiusura. L'abito d'epoca ha reso tutto più surreale ovviamente .

      Alice

      Elimina
  10. Che bella questa vostra esperienza...ho immaginato se a me avessero chiesto di fare altrettanto nell'epoca di Jane Austen! Che emozione! Magari poi dite qual'è il film... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Miss Jane! Solo chi condivide delle passioni di questo tipo forse riesce ancora meglio a capire il nostro stato d'animo nel fare quest'esperienza. Grazie di cuore e ti auguro di vivere le stesse emozioni.
      Alice

      PS: sai che in Italia ogni anno viene organizzato il "Jane Austen's Day" in abiti e danze d'epoca? Jessica ha creato anche abiti direttorio e impero per quegli eventi..;-)

      Elimina
  11. Mamma mia Alice non immagino nemmeno la gioia, una tua passione così grande che si traduce in un film! Sono davvero contenta per te, si legge la gioia e l'amozione sul tuo viso, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti Simona ero molto emozionata ma ancor di più direi.."stordita" da quello che ci stava capitando: era troppo bello per essere vero e se non avessi le foto a testimoniarlo ancora farei fatica a crederci ^_^

      Grazie di cuore e un bacione.

      Alice

      Elimina
  12. Meraviglioso! Il tuo racconto è magico e il fatto che sia accaduto realmente lo rende magico ancora di più! Sono felice per te e le tue amiche, il ricordo di un'esperienza bellissima, portatelo come un gioiello...come una broche rococò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che belle parole Annita: grazie di cuore! E' vero è stata una di quelle esperienze che difficilmente riusciremo a dimenticare ... Un grazie sincero!
      Un abbraccio,

      Alice

      Elimina
  13. Quando si dice.... I SOGNI DIVENTANO REALTA'!
    Cara la tua esperienza penso che te la ricorderai per tutta la vita, ti capisco benissimo, e immagino la felicità nel scrivere questo meraviglioso post che descrive la felicità e sopratutto la voglia di credere ancora nei sogni...
    Sono passata anch'io da quelle stradine quando visitai Versailles e mi immaginavo la vita a quei tempi, le risate delle dame, gli sguardi i sorrisi, gli abiti... tu con il tuo racconto ce lo hai fatto rivivere ai giorni nostri, con quei meravigliosi abiti (faccio i complimenti alla creatrice, non sono abiti sono delle opere d'arte) e la vostra allegria e felicità!
    Non nego l'invidia... è davvero un sogno ad occhi aperti!
    Aspetto con trepidante attesa il seguito del racconto....
    Ti abbraccio Sara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sara hai perfettamente colto l'atmosfera di quel luogo così straordinario che si trova ai margini dei giardini di versailles e ne sembra lontano anni luce. Io adoro particolarmente il Petit Trianon e il villaggio dell'Hameau, quindi avere questa opportunità ed essercelo goduto, per una volta, in santa pace, è stato un sogno ad occhi aperti.
      preparatevi per il prossimo post, vi porterò tra le casette incantate dell'Hameau de la Reine ;-)
      Grazie mille ^_^ un abbraccio

      Alice

      Elimina
  14. wow..che figata..che bella esperienza..abiti magnifici..!!
    baci
    http://color-blockbyfelym.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille ColorBlock. Un abbraccio grande ;-)

      Alice

      Elimina
  15. Alice sono felice per te!!!
    Chi più di te meritava di vivere un'esperienza meravigliosa come questa!!?? Che emozione girare Versailles con quegli abiti meravigliosi. Maria Antonietta vi ha accompagnato in questo viaggio nei suoi luoghi.....immagino che vi sembrava di averla accanto!!!!!!
    Complimenti a tutte voi.
    Aspetto il seguito con piacere.
    Baci Giò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio vero Giò..per tutto il tempo è stato come portare indietro le lancette dell'orologio..un sogno quasi irreale.
      Grazie mille e un abbraccio

      Alice

      Elimina
  16. wow alice sono ccontenta per te deve essere stqato fantastico ho l'emozione ha 200000 per la felicità che provo per te, di sicuro ti sembrerà di essere ritornata indietro nel tempo: nel sfarzoso settecento, dove le donnne portavano abiti magnifici usavano ventagli e crinoline, sarà stato fantastico !!!!!!!!!!!!!!!!!!
    sinceramente provo pò di invidia per te ;)
    non vedo l'o ra di leggere il seguito .....immediatamente :P
    baci..

    RispondiElimina
  17. ps immagino giò le faccie dei tassisti ;)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...