martedì 3 aprile 2012

Diamonds are a Queen's best friends Parte III

Eccomi qua! Non so come ma sono riuscita a ritagliarmi un paio d'ore libere e dedicarmi finalmente a ciò che mi piace davvero. Colgo l'occasione per scusarmi per la lentezza con cui ultimamente pubblico nuovi post: le idee sono tante ma il tempo a disposizione sempre troppo poco. Ho un nuovo lavoro ora che non mi permette più la libertà di organizzazione che avevo prima ma sono sicura che piano piano riuscirò ad organizzare al meglio le mie giornate e magari a pubblicare un paio di post a settimana come facevo prima ;-) promesso!

Volevo anche ringraziare TUTTI  voi che mi seguite sempre con affetto, dai followers che si sono uniti a questo blog ormai da mesi e lasciano sempre commenti deliziosi e interessanti, ai nuovi che si sono uniti di recente. A chi passa e da una sbirciatina e a chi invece lascia sempre dei graditissimi commenti. Non lo avevo ancora fatto per cui lo dico ora apertamente: GRAZIE! A tutti voi! Questo piccolo angolino è diventato il mio rifugio speciale dove posso condividere le mie passioni ed i miei interessi e sapere che ci sono persone che lo apprezzano mi riempie di gioia e soddisfazione...^_^
Un grazie particolare anche alle amiche bloggers che hanno voluto premiare "La Parigi di Maria Antonietta" come la carinissima Sara di Reve Blanc, un blog delizioso che vi invito caldamente a visitare ;-)

Va bene la smetto con le romanticherie: non vorrei tediarvi e farvi scappare tutti!

Torniamo a noi e ai nostri gioielli. In questo terzo, e per il momento,  ultimo capitolo parleremo di alcuni gioielli dal ricco e affascinante passato storico.
Il gioiello di cui vi voglio parlare oggi non è un diamante ma una perla, probabilmente una delle più preziose della storia:  la Perla Peregrina. 

Scoperta a Panama nel XVI secolo, questa enorme e rarissima perla di ben 203,84 grani, fu acquistata da Filippo II re di Spagna e regalata alla sua terza moglie che fu pensate un po Mary Tudor, la famosa Bloody Mary.







Ritornata tra i gioielli della corona spagnola venne indossata da diversi sovrani e immortalata in molte celebri tele di Velasquez come si può vedere in questi dipinti equestri che ritraggono Margherita d'Austria e Filippo III entrambi con indosso la Perla Peregrina. 











Poi passò alla regina Elisabetta di Borbone, madre della futura moglie del Re Sole, Maria Teresa. 



Rimasta per due secoli tra i gioielli della corona spagnola, durante l'invasione napoleonica fini tra le mani del fratello di Napoleone, Giuseppe Bonaparte che pare la lasciò in eredità a Napoleone III ( il già citato marito di Eugenie de Montijo e che viveva in quei "sobri" appartamenti al terzo piano del Louvre e di cui vi avevo parlato qui). Napoleone III la vendette forse per problemi economici nel 1848 e la Perla fi acquistata dal marchese di Abercorn ed esposta per un breve periodo alle Tuileries.


Nel 1914 Alfonso XIII cercò di acquistarla per riportarla tra i gioielli della corona di Spagna ma senza successo. Vista l'esosità del monile optò per l'acquisto di un'altra bellissima perla che donerà alla moglie Ena e che anni dopo verrà spacciata come la Perla Peregrina originale. 





la Regina Sofia indossa la "copia" della Perla Peregrina

La vera Peregrina ha però percorso ben altro cammino. Dopo Aberconr la perla fu acquistata da un nobile inglese e infine messa all'asta nel 1969 e acquistata da una donna che pur non essendo di nobili natali amò i gioielli più di ogni altra cosa ed arrivando a vantare una collezione degna di una regina.


La Perla fu acquistata da Richard Burton per la sua "regina" Liz Taylor. La leggenda narrà che durante una lite furibonda al Cesar's Palace di Las Vegas, la perla scivolò dalle mani della bella Liz e sparì. Dopo lunghi minuti di angoscia la diva si accorse che il suo cagnolino stava allegramente rosicchiando qualcosa e quando si precipitò ad aprire la bocca trovò la perla, miracolosamente intatta.



Liz con indosso la Peregrina che in un secondo tempo verrà fatta montare su di uno splendido collier commissionato a Cartier





La rocambolesca avventura della Perla Peregrina ha avuto un ultimo atto lo scorso dicembre a New York: andata all'asta insieme insieme ad altri prodigiosi gioielli appartenuti alla compianta attrice, la perla è stata venduta ad un misterioso acquirente telefonico per l'esorbitante cifra di 11 milioni di Euro.


La Pelegrina non è però l'unico gioiello da favola appartenuto alla diva. Da vera amante dei diamanti, Liz possedeva una collezione davvero incredibile. Tra i suoi leggendari gioielli ricordiamo :


il Liz Tayolr Diamond regalatole da Burton nel 1968 e andato all'asta insieme alla Peregrina






 la stupenda Parure di diamanti e smeraldi firmata Bulgari e sempre regalatale da Richard Burton tra il 1962 e il 1967








 questa sublime Parure di rubini firmata Cartier











Tra i gioielli non andati all'asta a New York c'è invece il famoso Taylor-Burton Diamond un diamante, pensate un po, tra i 10 più grandi al mondo e che venne rivenduto dalla diva per costruire un ospedale in Botswana. Brava Liz!





Liz sfoggia il Taylor-Burton Diamond ad un ballo a Montecarlo 1979

13 commenti:

  1. Grazie Alice per continuare a farci sognare!!! Una volta nella vita mi piacerebbe davvero indossare un diamante come il Taylor-Burton e sentirmi una regina!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Bea grazie a te! Ti dirò che anche a me non dispiacerebbe l'idea di indossare, almeno per una volta, un gioiello leggendario:-)
      Un bacione

      Alice

      Elimina
  2. accipicchia!!!è proprio un 'altro mondo per me!!!che fascino però tutta questa saga!!!!
    bacioni,Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marika! Solitamente neanch'io uso gioielli se non la mia replica dell'anello di fidanzamento di Kate Middleton (si lo so che sono Kitsch :-D) e dei semplici orecchini a bottoncino..però come dicevo a Bea, almeno una volta mi piacerebbe indossare un gioiello così...magari una tiara...che sogno ^_^
      Grazie per essere passata e un bacione

      Alice

      Elimina
  3. Grazie a te Alice per i tuoi bellissimi post: non importa se sono più rari, come per i diamanti diventano ancor più preziosi ^__^.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary Grazie! Ma mi vuoi fare emozionare??!!^_^ Sono contentissima che i miei post continuino ad interessare. Grazie mille di cuore.

      Alice

      Elimina
  4. Che incanto, ho gli occhi a forma di cuoricino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Chiara! Hai sentito poi che storia la perla?? Certo che quella perla ne ha viste davvero tante: passare dal collo di Mary Tudor alle fauci del cagnolino di Liz Taylor!! :-DD
      Grazie di essere passata e a presto. Un bacione

      Alice

      Elimina
  5. Grazie per aver raccontato la bella storia dei gioielli di Liz, secondo me fra i suoi tanti tesori credo che quello a lei più caro fosse il diamante Taj Mahal a forma di cuore donatole da Richard Burton per il suo 40° compleanno nel 1972 e montato su una collana da Cartier. Il diamante era appartenuto a Nur, la moglie dell’imperatore Shah Jahangir.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te Anita per aver citato quest'altro bellissimo aneddoto. Si dice che Burton non potendole regalare il Taj Mahal (troppo difficile da trasportare)le abbia dato in dono questo diamante...Dovevano essere proprio una bella coppia: pazzi ed innamoratissimi ^_^
      A presto e un bacione

      Alice

      Elimina
  6. Che storia interessante! Certo che Richard, quando faceva un regalo, sapeva il fatto suo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Siboney! In effetti direi che Liz era davvero fortunata..probabilmente il loro era un grande folle amore ^_^
      Grazie di essere passata e a presto

      Alice

      Elimina
  7. Bellissimo, Alice....!! non mi dire che questa è l'ultima puntata sull'argomento perchè non ci credo, mi sono venuti in mente altri gioielli su cui sarebbe fantastico indagare, se vuoi te lo dico con mail privata così non sveliamo la sorpresa....!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...