martedì 22 novembre 2011

Principesse si nasce o si diventa?

La mia smodata passione per la storia nasce in realtà da uno spiccato interesse per i personaggi, soprattutto femminili, che la storia l'hanno fatta o che comunque hanno indelebilmente segnato la propria epoca.
Da Elisabetta I, alla regina Vittoria, passando ovviamente per Maria Antonietta, Lady Diana o per Elisabetta di Baviera, la famosissima Sissi, la storia delle regine mi ha sempre affascinata moltissimo.

Catherine Middleton il giorno delle sue nozze col principe William d'Inghilterra lo scorso 29 Aprile




La regina Vittoria

Sissi imperatrice d'Austria nel famosissimo ritratto di Winterhalter


Lady Diana Spencer

 La bellissima regina Rania di Giordania

Nell'immaginario collettivo le principesse vengono sempre immaginate bellissime, eleganti ma soprattutto regali. Una regalità che fino a poco tempo fa tendevo ad identificare, o comunque a collegare fortemente, a dei nobili natali.

Ero convinta che quelle buone maniere, quell'atteggiamento dolce ma allo stesso tempo distaccato, la conoscenza del protocollo, il saper camminare, stringere la mano o anche il solo parlare in pubblico, fossero delle caratteristiche quasi innate per queste fanciulle nate in seno a delle potenti ed importanti famiglie, sia di ieri che di oggi. Ma mi sbagliavo.

E' stata proprio una borghese assurta "per caso" al ruolo di Altezza Reale a darmi la conferma che con lo studio, la costanza, la determinazione, e perchè no forse anche l'ambizione, ci si può trasformare in delle perfette Lady.

La ragazza in questione è la neo duchessa di Cambridge ed ex signorina della middle class britannica, Catherine Elizabeth Middleton.



Prima del matrimonio col principe William devo dire che non avevo mai dato troppa importanza a questa bella ragazza dalle simpatiche guanciotte, di cui saltuariamente si occupavano giornali e tabloid.





Dato il mio interesse storico personale, conoscevo benissimo (come tutti) la famiglia Windsor e la storia della corona inglese ma sicuramente aver avuto una mamma super fan di lady D ha fatto si che il mio affetto e la mia curiosità nei confronti delle vicende della Royal Family fossero ancora più profonde.

Dal giorno delle nozze (seguite ovviamente in diretta sin dall'alba) ho iniziato ad osservare questa new entry della famiglia reale: inizialmente quasi con sufficienza e un pizzico di invidia, poi invece, con crescente stima e simpatia.





E' vero, Kate Middleton, pardon la duchessa di Cambridge, proviene da una famiglia borghese, forse è vero che la mamma Carole ha fatto di tutto per spingerla tra le braccia del miglior partito d'Europa e magari che dietro ci sia stato tutto un calcolo strategico per fare in modo che William la notasse e se ne innamorasse.

Però è anche vero che da quel giorno Catherine non ha sbagliato un colpo: alle sue nozze è riuscita a mantenere una calma davvero straordinaria considerata la portata dell'evento, il suo stile è diventato chic ed impeccabile, il suo sorriso è riuscito a conquistare il popolo inglese e non solo e il suo contegno, frutto sicuramente di molto studio, non ha nulla da invidiare a quello di altre principesse di sangue blu.

Sotto: alcune delle mise sfoggiate da Kate Middleton durante il Royal Tour di Canada e USA dello scorso giugno.
                                                                                                       






                                            








                    


Alcuni abiti da sera sfoggiati durante delle occasioni ufficiali:




A questo punto allora la domanda sorge spontanea: ma principesse si nasce o si diventa? Voi che ne dite?

Io credo che ci sia una piccola principessa dentro ognuna di noi, basta solo cercarla e lasciarla uscire allo scoperto ogni tanto. Sapete Harry è ancora single..non si sa mai ^_^


12 commenti:

  1. Ti correggo. Proprio ieri, dal dentista, stavo leggendo una rivista di gossip e si parlava appunto di Kate e del primo passo falso, fatto durante la commemorazione dei soldati inglesi deceduti nella prima guerra (se non ricordo male). Praticamente l'hanno fotografata che rideva per una cosa che le aveva detto Sophie, moglie di Edoardo. E giù tutti i tabloid ad accusarla di aver dimostrato poco tatto in una occasione del genere.
    Poverella, non dev'essere facile essere sempre e costantemente sotto l'occhio del mondo.
    A me personalmente piace molto.
    Per rispondere alla domanda sono convinta che principessa si possa anche diventare, Kate lo sta dimostrando ampiamente (o anche , ad esempio, Rania). Se pensiamo a delle vere royal princesses, come Bea e Eugenie di York, possiamo dedurre che nobili natali non corrispondono sempre a buon gusto e a savoir faire.

    RispondiElimina
  2. Mady si l'ho letto anche io ed è vero che era un'occasione ufficiale commemorativa..ma è anche vero che a ridere erano anche Camilla e Sophie..peccato che però l'unica risata che è stata notata è stata quella di Kate... Ovviamente è ancora inesperta e di passi falsi ne capiteranno sicuramente però a me la ragazza piace molto ed io faccio il tifo per lei. Sono d'accordissimo con te ;-)))Grazie mille cara. un bacione e God save the Queen ;-)))

    RispondiElimina
  3. Già, ovviamente però, quella che ci rimette è lei perchè Camilla e Sophie hanno già dato ai loro tempi (dio, Sophie nemmeno tanto ma la Camilla, in termini scandalistici e di gaffe..)mentre lei, essendo la new entry è guardata e giudicata a vista. Inoltre c'è questo continuo far paragoni in ogni ambito con la defunta suocera. Vedremo come proseguirà questa "favola" moderna.

    God save Lizzina nostra (che mi sa che non ha ancora intenzione di schiodare il regal deretano dal trono) :) ciao cara

    RispondiElimina
  4. Oh mio Dio, mi ero dimenticata dei due rinoceronti avvistati durante il matrimonio, Eugenie e Bea. 2 facoceri con il cappello!
    Non hanno nulla a che vedere con Kate (che anche a me piace molto!)
    Principesse ci si diventa sicuramente, ma lo si deve essere anche nel profondo, visto che in tv e sui tabloid si vedono tante carciofare trasformate in "lady", ma che rimangono sempre e comunque CARCIOFARE!

    Bellissimo post cara, complimentoni! XD

    RispondiElimina
  5. @Mady mi fai morire...Lunga anzi lunghissima vita alla nostra cara Lizzie :-))
    @Anna carissima.."i due rinoceronti" ahahah poverine..è vero non hanno proprio nulla dello charme di Kate e poi le loro scelte in fatto di look mi lasciano un pochino perplessa..Grazie mille Anna^_^

    RispondiElimina
  6. Beautiful post, stunning photos very well researched and thought out.

    Your blog is excellent.

    RispondiElimina
  7. Thank you very much! You are very kind. I love your blog and i'm honored to have you here. Thank you. Alice

    RispondiElimina
  8. Che bel post, Alice.
    Anche a me affascinano le storie dei reali,
    e questa Kate mi piace molto e la trovo
    all'altezza del suo compito, poverina qualche passo falso sicuramente lo farà, dev'essere
    difficilissimo vivere sotto un'enorme lente
    d'ingrandimento!!
    Ma ce la sta mettendo tutta e, mi sembra, sia più sicura della sua compianta suocera!!
    Ebbrava Kate!!
    Un abbraccio
    Susy x

    RispondiElimina
  9. Sono d'accordo con te Susy. Kate ha avuto molto più tempo per prepararsi al suo ruolo pubblico rispetto alla povera Diana, che seppur nobile si è sposata ancora giovanissima. Vivere sotto gli occhi di tutti non è facile ma per il momento se la sta cavando davvero bene. Brava Kate!
    Grazie della visita cara Susy. Un abbraccio anche a te.
    Alice

    RispondiElimina
  10. Bellissimo post! Dico solo che secondo me non è la "genealogia" a farti principessa, ma ci si diventa, sia per ambizione che per "portamento", se così lo si può definire. Ovviamente basta pensare a Kate per fare un'esempio ma ricordiamoci anche di donne che non erano nulla e sono diventate regine - e cito la Bolena e la Woodville che per ambizione diventarono leggendarie. Mi viene in mente anche Grace Kelly, che principessa di certo non era ma aveva un eleganza da regina!

    RispondiElimina
  11. Manuel credo proprio che tu abbia ragione e le donne che hai citato ne sono la prova tangibile. Grazie mille :-)))

    RispondiElimina
  12. Principesse si nasce...e io lo nacqui.
    Faber

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...